Mikao Usui come esempio

Frans Stiene Articles, Italiano Leave a Comment

Mikao Usui è il fondatore del Sistema Reiki e quindi se pratichiamo il Sistema Reiki, dobbiamo prendere lui come esempio.

Molte persone prendono il proprio insegnante, o Chujiro Hayashi o la signora Takata come esempio per come praticare. Ma come tutti sappiamo, ogni persona che è venuta dopo Mikao Usui ha avuto la sua interpretazione dei suoi insegnamenti. Così per capire veramente gli insegnamenti di Mikao Usui dobbiamo tornare al fondatore, alle radici per così dire.

Pertanto possiamo dire che il tuo attuale insegnante è lì per aiutarti, per guidarti a prendere Mikao Usui come esempio, al fine di approfondire la tua comprensione più profonda dei suoi insegnamenti.

Come tutti sappiamo, non ci sono materiali scritti di Mikao Usui attualmente disponibili che indichino come implementare i suoi insegnamenti. Ma abbiamo qualcos’altro: abbiamo la sua esperienza diretta di “Essere Reiki”. Come abbiamo letto, quell’esperienza ha avuto luogo sul monte Kurama dove ha meditato per 21 giorni.

Queste pratiche di 21 giorni sono ancora praticate nelle tradizioni esoteriche giapponesi. Prima di poter fare la pratica di 21 giorni devi prima aver fatto la pratica di 7 e di 3 giorni. E prima di poter fare quelle che devi aver praticato già da molto tempo. Dall’esperienza sul Mt Kurama di Mikao Usui possiamo quindi vedere che era un praticante devoto.

Concentriamoci nuovamente sulla suoi 21 giorni di pratica. Mikao Usui non rimase solo seduto lì per 21 giorni e facendo auto trattamento, perché aveva capito di poterlo fare solo dopo la sua esperienza illuminata! No, stava facendo alcune pratiche spirituali molto serie, come il chanting e tecniche di meditazioni in modo da poter togliere via tutti i suoi strati e realizzare di Essere Reiki, di Essere l’Universo.

Così anche noi per realizzare che siamo Reiki, che siamo l’Universo, dobbiamo prendere Mikao Usui come esempio. Quindi, come possiamo farlo? Mikao Usui ci ha lasciato molti strumenti che possiamo usare nella nostra pratica:

Canta i Principi per un tempo prolungato, inizia con 5 minuti e prosegui fino a 45 minuti.
Medita sui Principi per un tempo prolungato, inizia con 5 minuti e prosegui fino a 45 minuti.

Pratica le tecniche di meditazione come Joshin Kokyu Ho per un periodo prolungato di tempo, inizia con 5 minuti e prosegui fino a 45 minuti.

Canta i Mantra insegnati nei Livelli di Okuden Reiki II e Shinpiden Reiki III per un lungo periodo di tempo, inizia con 5 minuti e prosegui fino a 45 minuti.

Medita sui Simboli insegnati nei Livelli di Okuden Reiki II e Shinpiden Reiki III per un lungo periodo di tempo, inizia con 5 minuti e prosegui fino a 45 minuti. Interiorizza i simboli.

Se conosci il Reiju, praticalo quotidianamente come una pratica di auto-potenziamento.

E fai autotrattamento, in uno stato di meditazione senza addormentarti, per un periodo prolungato di tempo, inizia con 5 minuti e procedi fino a 45 minuti.

Come puoi vedere, ho messo l’autotrattamento alla fine dell’elenco, perché si dice che Mikao Usui ha iniziato a fare autotrattamento solo dopo la sua pratica di meditazione 21 giorni. Quindi la guarigione pratica era un effetto secondario della sua consapevolezza di Essere Reiki, attraverso lunghe pratiche di meditazione e chanting!

Invece ora abbiamo capovolto tutto e cominciamo con il trattamento! E poi forse, sì forse, iniziamo a fare qualche pratica di meditazione.

Ma praticare Usui Reiki Ryoho significa scavare in profondità, approfondire queste pratiche di meditazione prolungata in modo da poter riscoprire che Siamo Reiki e da quello stato mentale possiamo iniziare a praticare i trattamenti direttamente su noi stessi e gli altri. Questo tipo di guarigione pratica è ovviamente molto diversa, perché deriva da un’esperienza diretta che noi Siamo l’Universo.

Quindi se stiamo dicendo che stiamo praticando gli insegnamenti di Mikao Usui, dobbiamo prendere lui come esempio e non altri. Altri possono essere un punto di partenza – da qualche parte dobbiamo pur iniziare. Ma quando ci addentriamo più a fondo negli insegnamenti, dobbiamo prendere lo stesso Mikao Usui come esempio. E più lo facciamo, più pratichiamo ciò che lui stesso ha praticato, più ci muoveremo verso la sua stessa esperienza diretta – che siamo l’Universo e l’Universo siamo noi.”

“Non seguite le orme dei saggi; cercate ciò che cercavano” – Kukai

Leave a Reply

Your email address will not be published. Required fields are marked *